Skip to main content

L’Accademia Maestri Pasticceri Italiani celebra il suo trentennale insieme alle persone e in giro per la città lombarda distribuisce il dolce dell’Accademia, un soffice tortino al profumo di agrumi.

L’iniziativa

Dal Tram, in piazza Duomo, in Galleria, a Milano con tanto di divisa ufficiale e cappelli i Maestri Pasticceri regalano dolcezza, loro sono l’esercito della bontà, in giro per la città, tra l’entusiasmo dei passanti, distribuiscono il dolce dell’Accademia: una limited edition del cake da viaggio morbido e profumato alle mandorle e agrumi canditi (arancia, limone e mandarino). La sorpresa alla fermata del tram c’è, la gente entusiasta assaggia con il sorriso e ringrazia, questa forse l’immagine che meglio restituisce il senso dell’iniziativa, celebrare insieme la grande pasticceria italiana. Un momento di festa da condividere nell’ambito della due giorni del XXVII Simposio Pubblico AMPI, un piccolo grande evento che nasce per trasmettere i valori che ispirano l’Accademia: qualità, passione, artigianalità e innovazione, dedizione al lavoro, fare squadra, sempre nel rispetto della tradizione, con uno sguardo al futuro, in primo piano la sostenibilità. Alla fermata del tram ci viene incontro Luigi Biasetto accademico dell’AMPI e campione di pasticceria 1997: “ AMPI è un’accademia, nasce per condividere le idee, le proprie conoscenze, le proprie competenze, una specie di calderone perché la pasticceria è anche chimica, quindi dove si mischiano gli ingredienti dove in qualche modo si va a raccontare l’avanzamento dei lavori, la nostra visione nazionale, con una cultura alle spalle di molti secoli e soprattutto una visione internazionale per capire cosa accade all’estero, e aggiunge, mi pace ricordare che i dolci più amati al mondo sono italiani come il babà, il tiramisù e la list continua…”

Poco più avanti, su un marciapiede del centro di Milano, ci mettiamo a conversare con Silvia Federica Boldetti, Campionessa del mondo di pasticceria “The Pastry Queen 2016”, con una grinta e un sorriso che inchioda, ci dice: “I Simposi Pubblici sono sempre stati degli eventi all’interno di un grande palazzo, dove era il pubblico a venire da noi per vedere allestimenti, incontri e per assaggiare. Questa volta siamo voluti andare noi in mezzo alla gente, quindi portare la pasticceria nella vita di tutti i giorni, anche un po’ a sorpresa. Stanno arrivando persone che non hanno idea di che cosa sia questa iniziativa e sono entusiaste, voglio assaggiare! Qui abbiamo portato il nostro dolce, il dolce Accademia, che abbiamo studiato per rappresentarci e che riprende profumi e tradizioni italiane, un dolce agli agrumi. Sarà disponibile in tutti gli shop, di tutti gli accademici di Italia”!

Simposio Pubblico

Il XXVII Simposio Pubblico AMPI prosegue con il convegno “Il laboratorio dello stupore – I percorsi di sviluppo della pasticceria tra estetica, etica, contaminazioni e artigianalità”,  presso la Fondazione Prada con relatori nazionali e internazionali, eccellenze ciascuno, nel proprio mondo. Tra i nomi coinvolti Norbert Niederkofler, Patrick Roger, Davide Oldani, Riccardo Monco e Sadaharu Aoki.